Servizio di accoglimento

ACCOGLIMENTO

L’accoglimento presso la Residenza può avvenire:

• per gli ospiti dotati di impegnativa di residenzialità (contributo che la Regione mette a disposizione degli anziani non autosufficienti) attraverso la graduatoria unica gestita dal Servizio Anziani dell’ULSS e consultabile giornalmente dalla Residenza;

• per gli ospiti privi di impegnativa di residenzialità (privati) secondo una graduatoria interna, con priorità definita in base alla data della domanda di accoglimento e convenzione e sulla base di eventuali urgenze sociali/sanitari.

L’Assistente Sociale fornisce le indicazioni necessarie per chiedere l’inserimento nella graduatoria unica.

PRE INGRESSO DELL’OSPITE

Per l’accoglimento degli anziani nella Residenza è necessario formalizzare per iscritto la propria richiesta recandosi presso l’Ufficio di Servizio Sociale, aperto al pubblico con i seguenti orari:

dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30

lunedì, martedì, giovedì, venerdì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

L’Assistente Sociale dà le prime informazioni relativamente alla procedura di ammissione e consegna al richiedente:

– domanda di accoglimento e convenzione (M01-PO01)
– elenco corredo utile alle persone che entrano in “Villa Caldogno” (M04-PO01)
– prospetto rette (M05-PO01)
– regolamento ospiti e familiari (All08)
– informativa e consenso della privacy.

Tutti questi documenti sono scaricabili anche nella sezione modulistica del nostro sito.

Al momento della presentazione della domanda l’Assistente Sociale raccoglie attraverso un colloquio con i familiari le informazioni utili a conoscere l’ospite per valutare le sue condizioni generali e sociali.
E’ necessario che venga presentata anche una documentazione medica dettagliata affinchè il medico della Residenza valuti le condizioni cliniche dell’anziano.
In questa occasione, o successivamente, è possibile per l’ospite e/o la famiglia effettuare una visita della struttura e dei reparti ed avere una prima presentazione del suo funzionamento.

Quando si verifica la disponibilità di un posto la Coordinatrice dei Reparti e l’Assistente Sociale individuano il candidato all’accoglimento, valutando che le caratteristiche siano compatibili con il reparto ed il posto letto resosi disponibile.

L’Assistente Sociale contatta poi la famiglia per confermare la disponibilità del posto e fissare la data di ingresso.
Al momento dell’ingresso devono essere presentati:

1. fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità
2. certificato di invalidità (se in possesso)
3. certificato di esenzione ticket (se in possesso)
4. tessera sanitaria vecchia e nuova.

Il familiare responsabile della domanda dovrà sottoscrivere il contratto.

ACCOGLIENZA E INSERIMENTO

entrataParticolare impegno viene profuso nel momento dell’accoglimento dell’ospite (il più delicato per la persona anziana che lascia la sua famiglia e per gli stessi familiari) al fine di rassicurarlo sulle cure, le attenzioni, il rispetto che gli saranno dovuti durante la sua permanenza. Verrà accolto dalla Coordinatrice dei Reparti o dall’Assistente Sociale e accompagnato al nucleo di appartenenza dove prenderà posto.
L’operatore di assistenza preposto all’accoglimento diviene punto di riferimento privilegiato sia per la raccolta di informazioni sia per l’attuazione degli interventi e ha il compito di affiancare l’ospite soprattutto nella fase di accoglienza.
Il giorno dell’ingresso l’ospite sarà visitato dal medico di reparto che con il personale e i familiari metterà a punto il primo piano di lavoro.
Successivamente, sulla base dell’osservazione condotta dalle diverse figure professionali, l’equipe formula un Piano di Assistenza Individualizzato finalizzato al raggiungimento di precisi obiettivi (PAI) e stabilisce i tempi di verifica e di aggiornamento.